Quantcast
sram Logo Maestro Milano Maestro Milano gaerne
vredestein
bici elettriche
bike
pedalata assistita
pedali
look
look
look
 
borse da bicicletta  
daccordi
prologo guarniture ingranaggi
  ITA / ENG

Come è fatta una bici Maestro?

 

Lavoriamo su un classico telaio a geometria pista. I forcellini orizzontali aiutano a ottenere la perfetta tensione della catena, mentre i foderi orizzontali accorciati e la forcella a steli dritti riducono il passo della bici, assicurandovi un controllo e una maneggevolezza superiori. C’è chi dice che le bici da pista siano più nervose a causa del loro telaio rigido e più corto, noi crediamo semplicemente che siano più oneste e al tempo stesso più facili da manovrare. Per i nostri telai usiamo tubi in acciaio: l’acciaio è incredibilmente resistente, trasmette le irregolarità della strada ma ha anche buone qualità in termini di elasticità ed ammortizzazione ed è il solo materiale utilizzato per telai da bicicletta che abbia saputo resistere alla sfida del tempo. Se serve, è possible ripararlo, al contrario del carbonio o di altri materiali compositi, nettamente più costosi.
I telai Maestro vengono saldobrasati a mano e assemblati a congiunzioni, per un risultato estetico estremamente pulito ed un design classico e senza tempo. La forcella a steli dritti è microfusa alla testa. Il movimento centrale è leggermente rialzato rispetto ad un normale telaio da strada per affrontare le curve in sicurezza anche su biciclette con pignone a scatto fisso.
Tutti i nostri telai sono numerati (la stampigliatura del numero di telaio è nella parte posteriore del tubo sella) e possono essere iscritti ad un registro gratuito online (sezione “Registra la tua Maestro”). Questo vi dà qualche chance in più contro i furti e rende la vostra bicicletta Maestro unica e sempre rintracciabile.
Un telaio Maestro nella taglia 56 pesa solo 3,95 Kg.
Le misure dei telai Maestro sono calcolate centro-centro, ossia si riferiscono alla distanza tra l'asse del movimento centrale e l'intersezione con l'asse del tubo superiore.
Per scegliere la misura corretta del telaio questa è la procedura classica:
  • mettetevi scalzi, con i piedi distanziati di circa 20 cm e la schiena appoggiata al muro e misurate l'altezza da terra dell' inguine aiutandovi con una squadra da disegno;

  • moltiplicate la misura del cavallo per un coefficiente di 0,65 per ottenere la misura del telaio. Ad esempio, se il vostro cavallo misura da terra 86 cm: 86 x 0,65 = 55,9, la misura di telaio più adatta per voi è la 56.

Più semplicemente, potete scegliere la misura del telaio Maestro più adatto per voi tra le tre misure disponibili (52, 56, 60) in base alla vostra altezza:
160-170 cm: mis. 52
170-180 cm: mis. 56
180-190 cm: mis. 60
Per le altezze a cavallo tra i tre gruppi, consigliamo di scegliere la misura inferiore di telaio (170 cm: mis. 52; 180 cm: mis. 56). Ulteriori regolazioni per adattare la bici alle vostre misure sono ovviamente possibili giocando sull’altezza della pipa di sterzo e del tubo sella.
I telai Cicli Maestro vengono verniciati a polvere: ad un primo trattamento di sabbiatura segue il lavaggio del telaio per togliere eventuali tracce di olio e grasso. La vernice viene applicata con una pistola che la carica elettrostaticamente, permettendole di aderire al metallo del telaio, il quale viene in seguito passato in un forno a 180°: a questa temperatura la vernice si scioglie e poi polimerizza, formando una pellicola uniforme che si fissa perfettamente al telaio.
La finitura della versione“Metallo crudo” è ottenuta con uno strato di protettivo trasparente lucido sulla superficie sabbiata: i segni di saldatura o le piccole irregolarità che potreste notare sono la miglior testimonianza del nostro processo di lavorazione artigianale.
Abbiamo immaginato i nostri telai come dei vestiti eleganti e come tali li realizziamo in colori sobri e senza stagione. Gli accessori (sella, nastro manubrio, cerchi, gomme) li impreziosiscono con accenti più vivaci. Di seguito trovate le corrispondenze della palette di colori Maestro: tenete sempre a mente che i colori che vedete sullo schermo del vostro computer sono stati prodotti elettronicamente e non possono sostituire quelli reali e che la percezione del colore è influenzata dal materiale, dalla finitura e dalle condizioni di luce. Laddove non esista una corrispondenza esatta tra standard diversi, abbiamo indicato la più vicina:
pantone

 

 

 

Costruiamo esclusivamente bici singlespeed equipaggiate o con freno contropedale o con mozzo flip-flop, quindi potete scegliere se viaggiare a ruota libera o fissa: su superfici piatte – come nella maggior parte delle aree metropolitane in giro per il mondo – chi ha veramente bisogno delle marce? Inoltre, dopo aver visto qualche amico infilarsi in grossi guai, sulle nostre bici montiamo sempre almeno il freno anteriore – non importa se qualcuno pensa ancora che andare in giro senza freni sia così figo. E se siete d’accordo con noi che sulla sicurezza non sia il caso di risparmiare, sulle versioni con mozzo flip-flop potete sempre aggiungere il freno posteriore. Usiamo freni in alluminio a doppia leva prodotti in Italia dalla Saccon, accompagnati da leve in alluminio con design “a quattro dita”.
Le bici Maestro montano un affidabile movimento centrale a cartuccia. La guarnitura Driveline TK13P1 è pensata per movimenti fissi o single speed e realizzata in alluminio forgiato a freddo, con corona a 48 denti e ragno a 5 bracci con pedivelle da 170 mm.
Il mozzo posteriore può essere flip-flop (con pignone a 18 denti, fisso o libero) oppure contropedale (in questo caso utilizziamo un ottimo Shimano CB-E110), entrambi a 36 fori. Questo vi dà la più ampia libertà di scelta per una bici singlespeed – a voi decidere come realizzarla! Il rapporto 48/18 ci sembra il più equilibrato per pedalare in città, per una buona velocità di punta e senza bisogno di sforzi eccessivi in caso di ripartenze frequenti.
Il passo di corona, pignoni e catena è sempre 1/8”.
Le nostre ruote sono realizzate a mano assemblando cerchi ad alto profilo (30 mm.) in alluminio e raggi in acciao inox. La costruzione dei cerchi a doppia camera assicura maggiore solidità e durata. I cerchi li lasciamo crudi (color alluminio) o li verniciamo a forno.
La ruota anteriore è raggiata radiale mentre quella posteriore in terza (ogni raggio ne incrocia altre tre).
Utilizziamo pneumatici misura 700 x 23c con carcassa rinforzata per una maggiore durata.
Usiamo una pipa corsa in alluminio da 1” montata su una serie sterzo filettata. Potete scegliere tra 3 diversi modelli di manubrio in linea con il vostro stile di guida: più rilassato (Vienna montato sottosopra, la posizione di guida dei primi pistard), più sportivo (piega corsa) o per il massimo controllo del mezzo (semi-riser stretto). I manubri sono realizzati in alluminio, per la massima resistenza e leggerezza.
Le selle San Marco Concor Supercorsa e Brooks B17 Standard sono entrambe sinonimo di massima qualità, design al di sopra delle mode e materiali eccellenti: serve dire altro? Utilizziamo anche nastri originali San Marco o manopole artigianali in pelle negli stessi colori e materiali delle selle.
TELAIO: saldo-brasato a mano in Italia, tubi in acciaio con costruzione a congiunzioni; numerato; geometria pista con forcella a steli dritti e forcellini posteriori orizzontali. Misure: 52, 56, 60
FRENI: Saccon in alluminio stampato a doppia leva; leve in alluminio Saccon con design “4 fingers”.
TRASMISSIONE: movimento centrale a cartuccia; corona a 48 denti in alluminio forgiato a freddo; ragno avvitato a 5 bracci; pedivelle da 170 mm; mozzo posteriore: flip-flop o contropedale Shimano CB-E110, pignone a 18 denti
RUOTE: cerchi in alluminio ad alto profilo (30mm) con costruzione a doppia camera; raggi in acciaio inox. Mozzi in alluminio a 36 fori. Raggiatura: radiale (anteriore), in terza (posteriore).
GOMME: 700 x 23c
SELLE: Brooks B17 in pelle o San Marco Concor in pelle scamosciata; manopole imbottite in pelle naturale o scamosciata; in alternativa, nastro in pelle.
MANUBRI: in alluminio con pieghe Vienna rovesciata, corsa o semi-riser.
 
meerkat    
abbigliamento ciclismo
© 2012 CICLI MAESTRO MILANO All rights reserved.
articoli ciclismo